9a Borsa del Turismo Fluviale e del Po - Guastalla 2018

19 - 24 Settembre 2018 - viaggiare lungo il fiume tra arte, natura e gusto

9ª edizione Borsa del Turismo Fluviale e del PO 19 - 24 settembre 2018

La nona edizione della “Borsa del Turismo Fluviale e del PO”, si svolgerà dal 19 al 24 settembre prossimi.

La manifestazione, inaugurata nel 2010, è nata con l’intento di costruire e rafforzare il ‘prodotto turistico fluviale e del Po’, stimolando le imprese locali a organizzare la propria proposta turistica in riferimento ai trend del mercato; facendo conoscere i valori dei territori e le attrattività turistiche ai tour operator nazionali e internazionali; mettendo in contatto domanda e offerta di questo particolare segmento di turismo; promuovendo le tipicità, la storia, le tradizioni e le bellezze dei territori bagnati dai fiumi italiani e dal Po.

Questi obiettivi vengono perseguiti attraverso:

  1. un workshop specializzato che ha visto la partecipazione in questi anni di quasi mille operatori turistici del territorio (1.092 per l’esattezza), che hanno incontrato 157 buyers della selezionata domanda nazionale e internazionale, proveniente in particolare da Europa (Austria, Belgio, Danimarca, Germania, Irlanda, Olanda, Regno Unito, Slovacchia, Spagna, Ungheria), Cina e U.S.A.
  2. eductour riservati ai tour operator stranieri (28 quelli organizzati in otto edizioni);
  3. coinvolgendo gli enti locali e le istituzioni del territorio e organizzando momenti di presentazione e promozione delle loro ricchezze culturali e ambientali;
  4. organizzando momenti di degustazione delle tipicità enogastronomiche;
  5. organizzando seminari, ricerche e convegni sul tema del turismo fluviale e delle opportunità che offrono le terre bagnate dal Po (29 in otto edizioni).

Il turismo fluviale rappresenta un importante volano per il territorio. Il turista interessato a questo tipo di prodotto, infatti cerca enogastronomia tipica, contatto con la natura, esperienza di tradizioni e stili di vita locali, curiosità storiche e culturali e questi elementi ‘costringono’ i territori a riscoprire sé stessi, sviluppare servizi poco valorizzati nel passato o abbandonati (come ad esempio percorsi ciclabili e attrezzature e ospitalità per cicloturisti) e danno nuove motivazioni economiche per la permanenza sul territorio delle persone che diventano, anche, momenti di presidio e salvaguardia, oltreché di valorizzazione delle destinazioni.

Per soddisfare questo tipo di domanda si cerca, dunque, di puntare su pacchetti turistici con soggiorni che vanno oltre la semplice navigazione ma offrono un’esperienza completa, ricca di emozioni.

Per quanto riguarda gli aspetti economici nelle sette edizioni della Borsa del turismo fluviale e del Po, si sono registrati oltre 18.700 contatti commerciali, per un valore stimato di ben 7,4 milioni di euro.

28 saranno i Tour Operator internazionali  che incontreranno al Workshop commerciale B2B di venerdì 21 settembre, dalle 9.00 alle 13.00,  gli operatori dell’offerta specializzati in turismo fluviale e provenienti dalle regioni attraversate dall’asta del Po.

Sono T.O. di nicchia, provenienti da Austria, Belgio, Francia, Germania, Irlanda, Italia, Lituania, Olanda, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Russia, Scandinavia, Slovenia, Spagna, Svizzera e Ungheria fortemente interessati a commercializzare, tramite i propri cataloghi e portali turistici, vacanze “slow” declinate su navigazione, cicloturismo, enogastronomia tipica, passeggiate a cavallo, trekking e contatto con la natura lungo le terre del Po.

 

La partecipazione al workshop commerciale è gratuita ed è possibile iscriversi direttamente ONLINE, con pochi e semplici passaggi, al link diretto.